Pubblicato da: Pedro | ottobre 24, 2014

Is still making sense to have a Blog?

That’s my question. Depending on the number of comments I will take my decision.

(I have too many international friends to keep going with Italian… sorry I will switch to english, in case I will still have a blog)

Pubblicato da: Pedro | maggio 1, 2013

Silicio

Infondo, anche la spiaggia e’ fatta di silicio.

Pubblicato da: Pedro | luglio 27, 2011

Here we are

E cosi’ sono a Lugano. Ho aspettato due giorni per scrivere qualcosa e dare la comunicazione in modo ufficiale, ovviamente mediante questo polveroso blog.

Ho cambiato lavoro, stato, e lingua. Provero’ a non cambiare troppo abitudini e modo di essere, e di pensare.

Prima di tutto intendo ringraziare gli ex colleghi in NordCom, Luca, Dice, Marco, Deli, Fafa, Palu e tutti gli altri che mi hanno fatto passare sei mesi davvero divertenti. Divertenti, si!

Attualmente abito in un piccolo residence che la nuova ditta mi ha messo a disposizione per i primi giorni.

Pubblicato da: Pedro | luglio 17, 2011

Come costruire una Molotov

No, non saro’ io ad insegnarvi come costruire la famosa bomba incendiaria, anche perche’ non credo ci voglia una vera scienza.

Sono pero’ curioso di sapere perche’ voi stiate leggendo questo breve post. Mi domando cosa vi abbia spinto, desiderio di ribellione, voglia di far qualcosa per questoMi ritengo portato per il bricolage, ma non credo che questa volta mi servira’. paese o il mio blog e’ infestato da pericolosissimi black’s?

Capiamoci. Come darvi torto…

Anche quello che succede a Parma e’ emblematico, cittadini bastonati e potenti nei palazzi che scappano dalle uscite posteriori, scortati.

… la sara’ dura, ma nelle bottiglie teniamoci la grappa.

Pubblicato da: Pedro | giugno 8, 2011

Considerazioni razionali sul nucleare

Quando sento gli interventi di quelli che invitano a votare contro il nucleare mi trovo sempre un po’ perplesso; non riesco a capire perche’ gli oratori si caponiscono sempre sugli stessi argomenti parlando di Chernobil o Fukushima, millisievert e leucemie quando ci sono altri argomenti solidi e incontrovertibili. Sono i discorsi che potrebbe fare ad esempio Oscar Giannino, uno che in teoria di economia dovrebbe intendersene, ma a quanto pare la sua voglia di essere anticonformista e cinico ad ogni costo questa volta ha la meglio.

Siamo, a quanto pare, tutti d’accordo sul fatto che il problema delle scorie e’ un problema che non ha soluzione. Io credo invece che, contestualizzandolo, sia il problema minore visto che in ogni caso in italia nessun atomo si spacchera’ mai. Vediamo perche’.

Costruire una centrale nucleare e’ un investimento. Bisogna immobilizzare un capitale enorme per avere un ritorno economico dopo molto tempo (vedi breakeven point). ENEA stima che il primo watt di energia nucleare in italia si avra’ nel 2020. Guardiamoci in faccia, fantascieenza(cit). In 10 anni in italia non si riescirebbe nemmeno a costruire uno svincolo, lasciando perdere il fatto che magari il ponte poi cade durante il collaudo.

Ok, i costi costruttivi stimati sono di 5 Miliardi di euro. Riguardiamoci in faccia, quante volte una stima dei costi in Italia e’ rimasta invariata? Immagino immensi buchi di bilancio, cantieri fermi per decenni. Dejavu.
La Germania e la Svizzera hanno deciso di spegnere centrali gia’ funzionanti, frutto di investimenti gia’ fatti decine di anni fa, oggi molto redditizie economicamente.Nessuno nel mondo pensa di costruire da zero una nuova centrale in questo momento, anche a causa del rischio di un aumento del costo del denaro nei prossimi anni.

In questo senso il nucleare sembra proprio una grande opera nel senso Berlusconiano del termine. Ricorda infatti in tutto per tutto il ponte sullo stretto di Messina o la TAV in val di Susa, l’emergenza spazzatura a Napoli, il G8 alla maddalena e (spero di sbagliarmi) l’Expo di Milano.
Son convinto sia infatti un pretesto, un escamotage per muovere quantita’ enormi di denaro pubblico, distribuirlo tra gli amici mafiosi, senza dover render conto a nessuno dei vantaggi per la collettivita’ o della vera utilita’.

Comunque amici ambientalisti potete stare tranquilli, il danno ambientale che fara’ il nucleare sara’ limitato ad un enorme piazzale ricoperto di complicatissimo cemento armato. Missione compiuta.

In questa fase l’italia e’ in vantaggio in quanto non si dovra’ sobbarcare gli alti costi di smantellamento e smaltimento che nei prossimi 30 anni peseranno sui bilanci europei. La campagna nucleare italica farebbe il suo danno peggiore in campo economico, di immagine (se esiste ancora qualcosa da rovinare), sara’ l’ennesimo treno perso per l’italia. Verranno rimossi investimenti all’innovazione, perderemo i miglioramenti tecnologici in campo di risparmio e microgenerazione che in 15 anni nel resto del mondo permetteranno di spegnere le centrali nucleari.

Ah, nel caso in cui mi sbagliassi e uno dei 4 EPR gia’ in progetto (nessuno sa dove) venisse effettivamente accesa in Italia, valgono tutte le considerazioni su sicurezza, scorie, invecchiamento che questa tecnologia obsoleta presenta.

Per approfondire (neanche poi tanto):

http://en.wikipedia.org/wiki/European_Pressurized_Reactor

http://titano.sede.enea.it/Stampa/skin2col.php?page=eneaperdettagliofigli&id=127

Pubblicato da: Pedro | agosto 26, 2010

Lost in Apple

Il fatto che io gioisca di questa notizia potrebbe farvi giungere a delle strabilianti seppur corrette assunzioni.

23.08.2010: First attempt at iOS 4 music synchronization with an iPhone 4 has succeeded. The new hash algorythm is reversed. Some time will pass though to clean it up and make iPhone 4 and iPad owners happy again

http://www.libimobiledevice.org/

PS: E’ tantissimo che non scrivo e son successe davvero tantissime cose dall’ultimo post. Ricominciare con qualcosa di tanto leggero mi aiuta un po’ rompere il ghiaccio.

Pubblicato da: Pedro | giugno 13, 2010

Disobbedienza civile

Vi annuncio che a Bavaglio attuato utilizzerò questo blog per riprendere e rilanciare le notizie scomode a questo regime.

Mi spiace annoiare (gli ormai pochi) visitatori che troveranno delle notizie fuori tema ma è venuto il tempo di utilizzare ogni strumento utile.

grazie!

Pubblicato da: Pedro | maggio 6, 2010

Linux e l’alta disponibilità

A breve pubblicherò una guida per l’implementazione di un cluster di macchine fisiche con servizi su macchine virtuali OpenVZ, piattaforma di gestione Corosync (Pacemaker) e SAN openfiler.

Stay tuned.

Pubblicato da: Pedro | aprile 13, 2010

Presentazione del framework web symfony

Il LUGBS organizza la presentazione symfony: framework web scritto in php.

Data:
venerdì 16 aprile 2010
Ora:
20.30 – 22.00
Luogo:
ITIS Castelli via Cantore 9 brescia

Pubblicato da: Pedro | novembre 25, 2009

NBD: Gioacchino Genchi con noi sul pullman. Ultimi posti.

Ciao a tutti,
Ho il piacere di annunciare che è confermato il pullman per Brescia e soprattutto che GIOACCHINO GENCHI (http://it.wikipedia.org/wiki/Gioacchino_Genchi – collaboratore di Falcone e De Magistris) sarà in pullman con noi!

Vorrei chiarire a chi è interessato a venire con noi, che l’unico gruppo locale ufficia ledi Brescia è il nostro e che l’unico metodo per prenotarsi il posto in pullman è utilizzare questo link:

 

Ragazzi ci sono ancora 10 posti. Affrettatevi!!
Per chi non può venire a Roma, vi suggerisco come partecipare “da remoto”:
-appendete qualcosa di viola alle finestre e i volantini alle auto (volantini li trovate nell’area discussioni del gruppo)
-preparate dei cartelloni/triscioni e noi li porteremo per voi a Roma
Non si convincono gli indifferenti, ma gli indecisi sì.
Mi rivolgo agli indecisi con una strofa della canzone di Tony Troja (uno dei fondatori del NBD):
“Sogno un mondo di grandi statisti, di De Gasperi ormai non ce n’è!
mi rassegno e guardo davanti, per vedere che resta di me!
Un’Italia così non la voglio, preferisco andarmene via!
Poi ci penso e non gliela do vinta, devo esserci anche io in trincea!!!”
La nostra voce la sentirete fino a Brescia:

 

Older Posts »

Categorie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.