Pubblicato da: Pedro | novembre 19, 2007

Firmare e crittare le email

Da quando Google ha attivato il servizio IMAP, sono un po’ più felice. Riesco ad utilizzare evolution senza perdere la funzionalità impareggiabile delle G webmail.

L’utilizzo di un client per le email, al posto della webmail, ha un vantaggio sopra tutti: la possibilità di firmare, crittare e decrittare la posta.

In particolare il metodo più utilizzato per rendere sicure le proprie comunicazioni è il sistema PGP (Pretty Good Privacy) nella sua variante libera GnuPG. Vediamo come.


Per cominciare vi consiglio di scaricare ed installare il programma Seahorse

sudo apt-get install seahorse

Avviatelo (lo trovate tra gli accessori alla voce “Password e chiavi di crittatura”) e create la vostra coppia di chiavi pubblica e privata. Vi verrà chiesta una passphrase che vi servirà in seguito ogni volta che vorrete sbloccare la vostra chiave privata. Fatto questo (ci possono volere diversi secondi per generare le chiavi), scegliete di pubblicare la vostra chiave pubblica (Sincronizzazione) in modo da rendere disponibile a chiunque la vostra chiave pubblica.

gnupg

Per chi non lo sapesse la chiave pubblica permette di crittare. Chiunque è in possesso della vostra chiave pubblica potrà codificare un messaggio in modo che solo voi con la vostra chiave privata e la vostra passphrase possiate leggerlo.

Più diffonderete la vostra chiave pubblica e più gente potrà comunicare con voi in modo sicuro.

Poi, abilitare il supporto nel vostro client di posta è veramente semplice, passate dal menù sicurezza nelle opzioni del vostro account predefinito.

Quasi dimenticavo il mio fingerprint GNUPG Key id: 5B00129E

Advertisements

Responses

  1. Frasten, che snobba tantissimo evolution, ha pubblicato una miniguida per configurare thunderbird all’uso delle chiavi pgp.
    Buona configurazione:
    http://polpoinodroidi.blogspot.com/2007/11/chiavi-gpg-e-thunderbird.html

  2. […] & Mail.app Ammetto che il post degli amici Pedro e Piccy mi hanno rilanciato la voglia di scrivere qualcosa sul mio defunto in nascita […]

  3. […] & Apple Mail.app Ammetto che il post degli amici Pedro e Piccy mi hanno rilanciato la voglia di scrivere qualcosa sul mio defunto in nascita […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: